Di ricordi

“……Ma tu, quando preghi, entra nella tua cameretta, e serratone l’uscio fai orazione al Padre tuo che è nel segreto…..”

( Matteo 6:5-8 )

Ho tratto questa frase da un sito che ho trovato su uno dei forum a cui partecipo e mi ha fatto tornare in mente un ricordo che risale alla mia infanzia.

Abitavo non molto lontano da qui, in macchina ci si impiega più o meno una decina di minuti. Abitavo in un palazzo su 4 piani e di fronte avevo la Chiesa di quartiere. Coinvolta da altri bambini e famiglie avevo deciso di battezzarmi e di fare tutto il resto, ma poi cambiai idea.

Mi ricordo che c’era l’abitudine di fare confessioni di gruppo con i bambini: ovvero ci si incontrava in Chiesa e poi si andava uno ad uno a parlare con il parroco.

Quando fu il mio momento entrai… Mi ricordo esattamente cosa accadde:

Parroco: ma tu non puoi confessarti.

Io: e perchè?

Parroco: non sei ancora battezzata.

Io: e allora?

Parroco: se non sei battezzata hai ancora il peccato orginale e se non lo togli Gesù non ti ascolta.

Io: sono sicura che Gesù mi ascolterebbe. Vuol dire che mi confesserò in camera mia.

Parroco: no se non vieni in Chiesa Lui non ti ascolta.

Io: sono sicura che mi ascolta se mi confesso anche in bagno.

Parroco: per quello che hai detto vai fuori e purificati l’anima dicendo 10 Ave Maria e 10 Padre Nostro.

Ricordo che da quella volta non andai più in Chiesa (a parte con gli Scout dove avevo un parroco favoloso che mi rispettava anche se non ero battezzata). Nella mia testa di bambina non capivo come mai non potevo parlare con Gesù anche se non ero battezzata o non andavo in Chiesa.

Ora dopo anni, sto capendo quanto ero soggiogata dal parroco e non riuscivo ad andare a cercare da sola le risposte che neccessitavo. Solo ora dopo tanti anni ho scoperto che la mia non era una cosa così sciocca se anche Matteo, nel suo Vangelo, diceva che bastava chiudersi nella propria cameretta.

Evidentemente già allora sapevo la risposta in cuor mio, ma non ne avevo mai trovato conferma.

Published in: on luglio 14, 2008 at 12:51 pm  Comments (1)  

The URI to TrackBack this entry is: https://ilmondodiarianhord.wordpress.com/2008/07/14/di-ricordi/trackback/

RSS feed for comments on this post.

One CommentLascia un commento

  1. Cara Arianhord, è con vero piacere che leggo queste tue parole…
    hai fatto bene a ribellarti al parroco…
    non so proprio come abbiano avuto certe persone (come i preti appunto) il coraggio di farsi uomini di DIO, assumendo la presunzione di fare da intermediari tra LUI e la gente…
    oltretutto è da carogne, infondere paura ai bambini, ovvero la paura della punizione divina…
    E’ proprio questa la bestemmia, ovvero infondere paura alle persone, ancor più i bambini, che dentro di loro possiedono la chiave della Porta Stretta…
    sono i sacri detentori dell’Antico Linguaggio…
    DIO ascolta chiunque, in qualunque punto della Terra…
    d’altronde il Cristo stette 40 giorni nel deserto, per la pratica ascetica…e non c’era chiesa, struttura di mura d’uomo o sacerdote ad istruirlo ma DIO STESSO…nella dolcezza più sconfinata…
    E’ stato l’uomo, la struttura clericale a fare del Cristo, un idolo da idolatrare…
    e così la figura di DIO ha finito con l’essere messa in seconda luce…
    Nemmeno il Cristo diceva di essere adorato, ma semmai si doveva adorare il Padre…com’è nell’ordine delle cose…
    Ed il messaggio cristiano è stato completamente traviato e distorto, usato per fini subdoli…
    e non so proprio come abbia fatto la gente a farsi persuadere da queste persone…e sono contento che sempre più, la gente è meno schiava di questi dogmi…
    Cara Arianhord, ascolta sempre il tuo cuore e DIO sarà lì…
    dobbiamo rivolgerci a LUi attraverso il Cielo e la Terra, perchè sono il Vero Tempio di DIO…
    infatti si ricollega il discorso al tuo commento lasciatomi al blog.
    ovvero che quando un maestro spirituale, si prende la responsabilità di crescere un discepolo,deve essere in grado di rispondere alle sue domande e di farne il giusto cammino…
    mentre quel prete, che non ti volle accettare perchè on eri battezzata, non era un vero maestro…
    tu eri già battezzata Arianhord…tutti i bambini lo sono…e sai come? per la semplice purezza che è del loro animo…
    e se non saremo come i bambini, se non sapremo vedere come loro, saremo sempre ciechi nella nostra vanità…
    DIO ci ascolta in ogni momento…EGLI pulsa nel nostro cuore di un Amore Incondizionato che non ha confini…
    grazie per aver letto il mio ultimo post…
    è bello questo tuo nuovo template!


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: